Leo Folgori

Leo Folgori, classe 1982, cresce e vive tutt’ora a Roviano, piccolo paese a est di Roma. L’ambiente culturale della provincia romana, così simile a quelle zone di frontiera che tanto avrebbe amato nel corso della sua carriera artistica, permette a Folgori di assorbire gli stimoli musicali degli anni ‘90 provenienti dalla grande città (il movimento Grunge in particolare) e di fonderli in maniera originale con il retroterra culturale della propria famiglia (il mondo possente del cantautorato italiano) e con la musica folk, sia americana che, in senso stretto, “popolare e di protesta”. Stimoli diversi, ma capaci di creare un Melting pot fecondo e immaginifico – arricchito anche da suggestioni provenienti dalla cinematografia, soprattutto il “cinema musicale” del duo Leone-Morricone – da cui, poi, sarebbe scaturita la scintilla artistica che lo avrebbe portato a muovere i primi passi da musicista fondando la sua prima band, The Scarecrow, di cui era batterista. Da questo momento in poi, per Folgori comincia un percorso di crescita professionale che, attraverso l’affermazione di una propria identità artistica, sempre più spogliata degli iniziali riferimenti grunge-punk e più aperta al mondo folk-rock-western, culminerà con l’elaborazione di “Oltre la strada: reading and songs”. 

Durante il 2013, infatti, insieme al suo amico d'infanzia Luca Manoni, con cui ha condiviso parte delle esperienze formative dei primi anni, dà vita al progetto “Leo Folgori & Band – Luca Manoni: Oltre la strada: reading and songs” che lo porta ad esibirsi, con brani inediti, nei teatri e nelle piazze italiane. Da quella esperienza live nasce l’esigenza di incidere il primo lavoro discografico. Così, il 15 maggio 2014, esce “Vieni via” (Beta Produzioni): album d’esordio che vede la direzione artistica di Nicolò Pagani ed è anticipato dalla pubblicazione del singolo “Il Ballo Del Serpente". Le critiche sono molto positive e portano Leo Folgori ad essere tra gli ospiti della programmazione della Biennale MArtelive (main event del concorso MArteLive) e tra i candidati ai finalisti delle Targhe Tenco per la sezione “Miglior Opera Prima”. Il 18 dicembre vede la luce il secondo singolo, “Vieni Via”, il cui video è presentato in anteprima su Repubblica.it e, nello stesso mese, riprende il “Vieni via tour”.

Nel corso di un anno passato sui palchi, attraversando tutta la penisola, Leo Folgori ha modo di addentrarsi in quel mondo cantautoriale di cui aveva sempre desiderato essere parte e di fare esperienze di grande spessore artistico: si esibisce durante il concerto per l’Earth Day, a Villa Borghese a Roma; durante la rassegna “La musica scende in Campo" nel Mapei Stadium di Reggio Emilia; durante la prestigiosa rassegna “I Giovani del FolkStudio”, che vede la partecipazione di moltissimi grandi artisti del panorama Folk (tra tutti Francesco De Gregori e Harold Bradley) sotto la direzione artistica di Luigi “Grechi” De Gregori e Francesco “Cisco” Pugliese. L'8 ottobre 2015, insieme ad altri importanti artisti, partecipa alla maratona "Io Sto Con Erri", presentata da Gino Castaldo e presenziata dallo stesso De Luca e, pochi giorni dopo, si esibisce anche sul palcoscenico centrale del nuovo MEI 2.0 di Faenza. Il 12 Febbraio 2016, in occasione della sua esibizione al MArteLabel Fest, esce in esclusiva per Repubblica.tv, il video “Oltre la strada Live” e il 25 agosto è tra i finalisti del Premio "Anacapri Bruno Lauzi" dove gli viene conferita la targa “Miglior Musica” per il singolo “Nuvole”, che anticipa il nuovo album in uscita.


Il 9 ottobre 2017 vede la luce il suo secondo lavoro discografico "Nuevo Mundo", pubblicato per Materiali Musicali & BetaProduzioni con il contributo di SIAE per il progetto “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”. Il disco, oltre a quello già citato, è anticipato da due singoli - "La Scimmia" e "A Bailar". Questo nuovo lavoro è completamente diverso dal precedente. Figlio di un'elaborazione musicale nuova, l'album è impastato con sonorità nordafricane (Bombino, Tamikreste, Tinariwen e Hindi Zarha) e sudamericane (il sound di frontiera dei Calexico e la Cumbia Amazonica) in un mix emozionante che ha ricevuto sin da subito lo sguardo interessato di parecchi addetti ai lavori. A novembre 2017 esce il videoclip di "Nuvole", il cui attore protagonista è Alessandro Tiberi.

Attualmente, Leo Folgori è impegnato nella realizzazione di nuovi brani e alla stesura della sceneggiatura per un cortometraggio ambientato nella lontana "Terra di Frontiera", con un moto che sembra un vero e proprio ritorno alla provincia da cui tutto era partito.

  • +39 06 86760565
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segumi